lunedì 1 aprile 2019

HARLOCK E MANILA

E' stato perso più di un anno per cercare di educare questo pappagallo con rimproveri e punizioni perché la sua proprietaria aveva pagato un Corso e le era stato spiegato che quando beccava doveva rispondere con la stessa forza: "Se ti becca dagli una botta". 
Questa femmina di Ararauna era ormai fuori controllo, terrorizzata di tutto, aggressiva con la proprietaria e diffidente verso l'ambiente. CONTINUA A LEGGERE...



venerdì 29 marzo 2019

QUANDO UN PAPPAGALLO BECCA

Cosa fare quando un pappagallo becca?

Sicuramente, il suggerimento meno sensato proposto da trainer assolutamente impreparati e':
 " devi replicare picchiandolo con la stessa forza con cui ti ha beccato"! 

ALLUCINANTE

Praticamente viene consigliata una Punizione, che per definizione, interrompe momentaneamente un comportamento, ma non insegna nulla all'animale, oltre a erodere il rapporto con il proprietario.

Sottolineo che PICCHIARE E' MALTRATTAMENTO ED E' UN REATO, indipendentemente da chi arrivi il suggerimento. 

Educare attraverso il ricorso sistematico a Punizioni e Avversivi porta in poco tempo ad avere un animale che esibira' comportamenti di fuga, evitamento, pertanto poco collaborativo e incline alla beccata per difesa. Quindi proprio l'opposto di cio' che si vorrebbe ottenere.

Il modo migliore per comunicare con un pappagallo e' l'educazione attraverso il Rinforzo Positivo R+ e ABA (Applied Behaviour Analysis).

GIU' LE MANI DAGLI ANIMALI!








giovedì 21 febbraio 2019

IL BILANCIO SUL VOLO LIBERO ITALIANO




Nel tempo abbiamo seguito diverse persone uscite da una sedicente scuola ma che non avevano nessuna informazione scientifica sul funzionamento del comportamento.
Per fare un semplice esempio, nessuno conosceva l’esatto uso del fischietto oppure il modo corretto per dare una Cue ed eventualmente intervenire quando non veniva più compresa dal pappagallo.
Ma per correggere una situazione di questo tipo bisogna conoscere i meccanismi che regolano il funzionamento della Cue e una procedura di correzione.
Esiste un baratro enorme tra la pratica empirica del volo libero e la possibilità di controllarla e correggerla all'aperto con metodi scientifici ma etici.......CONTINUA A LEGGERE


martedì 19 febbraio 2019

martedì 12 febbraio 2019

LOLA THE RED DEVIL


Questo magnifico Ecletto femmina aveva sviluppato un'insofferenza per T. che involontariamente l'avevano messa in allarme. 

Situazioni come questa accadono spesso nella vita reale e si conclude che il pappagallo ce l'ha con noi, che è viziato, che è aggressivo e testardo. 

La verità è che basta ristabilire l'equilibrio tra ciò che si fa vicino al loro corpo e ridare pieno controllo del comportamento. 


Più il pappagallo è libero di scegliere, più sceglierà la relazione con noi.

https://bravipappagallivideocorso.blogspot.com/2019/02/lola-red-devil.html


sabato 2 febbraio 2019

LE SBERLE, I PUGNI, LA FAME E I LUCCHETTI

Per quanto possa sembrare incredibile, nonostante ormai tutto il mondo del training utilizzi il Rinforzo Positivo come tecnica di addestramento a livello globale, ci sono ancora personaggi che, purtroppo, ricorrono alle percosse (pugni e sberle), all'affamamento, all'uso di laccetti, corde e lucchetti alle zampe.

Addestrare ricorrendo sistematicamente ad avversivi e punizioni porta gradualmente e inesorabilmente ad avere un pappagallo ingestibile, che esibira' comportamenti di fuga e paura, non disposto a collaborare e con problemi comportamentali.

Gli schiaffi al pappagallo 
NON EDUCANO, NON CALMANO, NON INSEGNANO NULLA all'animale, 
ma rendono una idea molto precisa sulla scarsa preparazione del trainer che le utilizza.